Qual è la stagione migliore per andare in Martinica?
La risposta è chiara: non esiste una stagione ideale per andare in Martinica, così come non esiste una stagione da evitare. Per fare la scelta giusta, abbiamo trovato 4 criteri per scegliere quando andare in Martinica: il prezzo , le attività , il clima e il kitesurf !

Qual è il periodo più economico per andare in Martinica?

Se vuoi risparmiare denaro, evita il periodo da metà dicembre a fine aprile. Il prezzo dell'alloggio è quindi ovunque il più alto dell'anno (tranne a Résidence Macabou, dove scende alla fine delle vacanze di Carnevale, e ancora di più per le vacanze di Pasqua), e il prezzo dei biglietti l'aereo di ritorno può raddoppiare (a volte superando i 1000 euro in classe eco), soprattutto se non lo hai fatto con almeno 6 mesi di anticipo.

D'altra parte, troverete i biglietti aerei tra i 300 e i 500 euro a maggio e giugno , quindi da fine agosto a metà dicembre e, naturalmente, viene offerto un alloggio a prezzi estremamente interessanti, così come il prezzo del noleggio auto, che rappresenta la terza voce di spesa.

Da aprile , la stagione turistica rallenta gradualmente fino alla fine di giugno, i professionisti del turismo sono più disponibili e coloro che apprezzano meno la folla troveranno più felicità. A maggio e soprattutto a giugno, notate agli amanti dei fiori e della natura: questo è il periodo in cui c'è più fioritura e frutta in Martinica!

Se vieni da settembre a novembre , è il punto più basso della stagione turistica e avrai sicuramente la possibilità di vivere esperienze Robinson Crusoe, scoprendo immense spiagge deserte solo per te. Anche se quasi la metà dei ristoranti tende a chiudere a settembre, ce ne sono ancora una buona metà, e questo è più che sufficiente, perché i migliori ristoranti hanno clienti tutto l'anno!


Per coloro che sono costretti a rispettare le vacanze scolastiche, il periodo di Ognissanti è quindi una scelta ideale.
Qual è il momento migliore per andare in Martinica se il tuo criterio di priorità è l' intrattenimento o gli eventi ?

La prima settimana di gennaio , estremamente calma, è un momento abbandonato dai turisti, che stanno aspettando di riprendersi dalle festività prima di andare in vacanza (a parte gli anziani che trascorrono diversi mesi al sole arrivando già bene prima di Natale).

A gennaio, febbraio e fino al mercoledì delle ceneri (46 giorni prima di Pasqua, in generale all'inizio di marzo), potrai assaporare le gioie delle numerose feste del lungo carnevale della Martinica, colorato, rumoroso e musicale (e anche nel rum deve essere riconosciuto). Se ti piace una vacanza intensa con molte persone, questo è il momento giusto!

Tuttavia, anche se questa stagione è la più frequentata, non sembra mai una spiaggia della Costa Azzurra o della Costa Brava: sapendo che ci sono oltre cinquanta spiagge praticabili su questa splendida isola, le distanze tra ciascuna Gli asciugamani da spiaggia rimangono ragionevoli, specialmente sulle spiagge leggermente più lunghe.

Se ti piacciono le feste locali e in particolare la magnifica gara di skiff la prima settimana di agosto, vieni in piena estate : vivrai una ricca esperienza di incontri con Martiniquais, di cui ti innamorerai anche più della Martinica (c è dire ...).

A dicembre, e durante le festività natalizie , ti aspetta una profusione di "Chanté Nwel" e inni in creolo, con vero fervore entusiasta; assaggerai "Jambon-Nwel", "Paté en Pot", Spezzatino di maiale, ma anche conchiglie, ricci di mare o aragosta. Insomma, un Natale al 28 ° che sicuramente ti disorienterà!

  

Quando andare in Martinica se il tuo criterio prioritario è il clima ?

Innanzitutto, citeremo questo estratto dall'eccellente articolo “Quando andare in Martinica? "Dal sito http://www.guidemartinique.com :

Clima tropicale: sole e pioggia sul programma
La Martinica ha un clima tropicale. Le temperature variano relativamente poco con una piccola ampiezza di circa 5 ° C tra il mese più freddo e il mese più caldo ... Le notti sono miti e il termometro raramente scende sotto i 20 ° C in in riva al mare Durante il giorno, il mercurio spesso cambia tra 26 e 33 ° C a seconda della stagione e della quantità di sole. Se la mitezza è una delle caratteristiche del clima tropicale, è la stessa della pioggia ... Le docce, che spesso si presentano sotto forma di granuli, sono generalmente brevi ma generose, bagnando completamente il terreno e causando persino inondazioni in determinati momenti. Ci sono essenzialmente due stagioni nelle Indie Occidentali: la Quaresima che copre approssimativamente i mesi invernali e primaverili (da dicembre a maggio) e costituisce la stagione secca e l'Hivernage che, come non indica il nome, copre i mesi estate e autunno (giugno-novembre) e costituisce la stagione delle piogge. Ma questa dicotomia rimane molto incerta nella pratica e non è raro che i mesi invernali siano in gran parte soleggiati e che le onde - vale a dire disturbi che portano a precipitazioni significative - si verifichino nella stagione secca ... la cosa è certa d'altra parte, la stagione ciclonica si estende da luglio a novembre e la Martinica è durante questo periodo sulla strada di alcune tempeste. I cicloni devastanti, tuttavia, rimangono piuttosto rari e si verificano in media solo ogni 10 anni. "

Inoltre, la maggior parte dei siti turistici ti dirà che devi andare ai tropici delle Indie Occidentali durante la "stagione secca" (che sarebbe tra dicembre e aprile), ma coloro che affermano che sicuramente non venivano spesso alle Antille per saperlo. malamente il clima dell'India occidentale. Questi siti - che si definiscono specialisti - copiano e incollano tutte le immagini trovate sul web e troviamo ad esempio questa breve frase senza ulteriori spiegazioni: "Distinguiamo una stagione secca, più favorevole, che s 'si estende da dicembre ad aprile, e una stagione delle piogge, durante la quale cade una forte pioggia da giugno a novembre'.

Se le statistiche indicano effettivamente che il tasso di precipitazioni è la metà tra gennaio e marzo rispetto al resto dell'anno, non bisogna dimenticare che, comunque, piove almeno una volta quasi ogni giorno in Martinica , anche durante la famosa "stagione secca". In primo luogo, la pioggia sarà lì per le tue vacanze (spesso tra le 4 e le 6 del mattino, a proposito), e in secondo luogo ... non ci importa se piove, poiché a differenza delle nostre latitudini metropolitane, il la pioggia non significa che non c'è il sole! Nelle Indie occidentali, è piuttosto un non-evento: il più delle volte, la pioggia è molto forte (ci sono bagni o alabarde a seconda delle preferenze), ma dura solo 5 o 10 minuti nella stragrande maggioranza dei casi . Basta ripararsi durante la pioggia, quindi continuare a vivere normalmente, poiché la temperatura non è cambiata. In breve, la stagione delle piogge in Martinica, vista con occhi metropolitani, è tutto l'anno, con meno pioggia, ma ancora pioggia, tra dicembre e aprile. Conclusione: non rinunciare ad andare in Martinica durante la "stagione delle piogge" ...

Un'altra frase rapida che è duplicata sulla tela: "l'arcipelago soffre il rischio di cicloni e tempeste tropicali durante la stagione delle piogge e in particolare da metà agosto a ottobre". Questa frase, che scoraggerebbe più di una, dimentica solo un dettaglio: in Martinica, ci sono stati 9 cicloni dal 1903. Inoltre, il famoso ciclone Irma non si sentiva affatto in Martinica, e l'ultimo ciclone Maria causato solo 2 giorni di maltempo (nemmeno una tempesta). Pertanto, l'espressione "stagione ciclonica" è particolarmente fuorviante: non è una stagione in cui i cicloni si verificano regolarmente, ma l'unico periodo possibile in cui un ciclone può verificarsi se necessario. Inoltre, i media drammatizzano i cicloni nell'immaginario collettivo: ovviamente ci concentriamo sulle perdite umane e sui danni giganteschi causati da cicloni, uragani e altri tifoni, senza notare che ci vengono spesso mostrate immagini di paesi particolarmente poveri e svantaggiati (ad esempio Haiti), dove abitazioni e infrastrutture precarie mettono le persone in grave pericolo con ogni grande fenomeno meteorologico. In Martinica, l'edificio è sottoposto ad alta pressione e, anche se un ciclone coincidesse con la tua vacanza, il semplice confinamento durante il ciclone ti proteggerebbe da qualsiasi pericolo (l'ultima volta che è stato necessario deplorare le morti, c 'era nel 1970, quando le abitazioni erano molto diverse). Ovviamente non si deve immaginare che non ci sia rischio zero, ma possiamo anche mettere le cose in prospettiva: la Martinica è relativamente poco esposta ai cicloni, grazie alla sua posizione molto a sud nell'arco delle Indie Occidentali, e se il pensaci, il numero di eventi climatici che hanno causato sia danni che perdite umane non è pari a zero nella Francia continentale. Conclusione: non rinunciare ad andare in Martinica durante la "stagione degli uragani" ...

Infine, tutto l'anno, la temperatura dell'acqua è compresa tra 24 ° e 29 ° C (il più delle volte tra 26 ° e 28 °), in breve è l'ideale per ogni stagione!

Quando andare al kitesurf in Martinica?

Gli appassionati di sport acquatici (ad esempio il kitesurf ...) apprezzeranno particolarmente i mesi di dicembre e gennaio , dove in linea di principio gli alisei sono i più sostenuti e presenti con la massima regolarità.

A Macabou, troverai gli alisei più fedeli alla tua vela da dicembre a luglio .
Per i principianti, Grand Anse Macabou è un po 'difficile e consigliamo prima Petite Anse Macabou.
In ogni caso, alzati presto, perché è dall'alba fino alle 10-11 che sarai più ventoso (e anche dalle 17:00).
Per livelli intermedi o confermati, citeremo anche questo estratto dall'articolo "Macabou - Kite Martinica soggiorno" sul sito http://www.kitetrip-planner.com :
" Puoi fare aquiloni nella piccola insenatura di Macabou o, più idealmente, nella grande insenatura di Macabou. La piccola spiaggia di Macabou è una miscela di sabbia e alghe (a seconda del periodo possono essercene molte, o poche) e lo specchio d'acqua abbastanza calmo: è più mosso rispetto a Vauclin ( nota del redattore: Pointe Faula ), ma è comunque piacevole, soprattutto perché non ci sono molte persone (nemmeno nessuno!).

Il vento è di lato e soffia sul lato sinistro. La laguna è piuttosto grande e puoi raggiungere facilmente la spiaggia del Grand Macabou sottovento (la spiaggia è più grande del Petit Macabou e più frangiflutti ai margini). Fai attenzione però, devi pensare di andare sopravento, soprattutto se il vento è leggero ".
Infine, ultimo ma non meno importante , l'ampio prato del Résidence Macabou è adatto per asciugare o piegare la vela.
 
I nostri prezzi
E se scegli un appartamento facendo clic qui?
 
 
 

La nostra Selezione di

Ristoranti in Martinica